Seleziona una pagina

Un album molto toccante, firmato da un artista al massimo della forza, Blood On The Tracks è essenzialmente la storia della fine di un matrimonio, quello dello stesso Dylan dalla moglie Sara. Brani come You’re Gonna Make Me Lonesome When You Go, You’re A Big Girl e If You see Her Say Hello parlano da sole in termini di rimpianto lamentoso e amore perduto, mentre Buckets Of Rain, è una canzone d’amore dolce-amara. In tutto l’album, il ritmo perfetto della poesia di Dylan nasconde a stento la sua rabbia, quel furore che si rivela in pieno in brani come Idiot Wind. Dylan riesce anche a intessere nelle canzoni alcuni esempi di quelle sue tipiche storie di epica folk, come si sente in Lily, Rosemary & The Jack Of Heats, dal tono relativamente allegro. L’album è notevole anche perchè era stato quasi completato in una serie di sessioni di registrazione poi scartate da Dylan, che preferì registrare daccapo con un altro gruppo di musicisti. Blood On the Tracks arrivò in cima alle classifiche USA e raggiunse il quarto posto in Inghilterra. Inoltre con Tangled Up In Blue offrì a Dylan il singolo di maggior successo negli USA dopo Knocking On Heaven’s Door, uscito due anni prima.