Seleziona una pagina

Già noto come compositore grazie a Leaving on A Jet Plane, che aveva raggiunto il successo nella versione cantata da Peter, Paul & Mary , Denver aveva iniziato a trovare una sua voce nell’album Poems, Prayers And Promises, uscito l’anno precedente. Per questo disco, inteso come un seguito, richiamò i fidati collaboratori Richard Kniss e Mike Taylor, per confezionare una raccolta che avrebbe consolidato il successo della precedente. Sebbene ci fosse ancora qualche cover (in particolare Paradise di John Prine e Mother Nature’s Son dei Beatles, che il cantante avrebbe continuato a usare nei concerti fino al doppio album live An Evening With del 1975 ), Denver iniziava a dimostrare una fiducia sempre maggiore nel proprio materiale. L’album è colmo di brani acustici lavorati magnificamente, dedicati alle montagne selvagge e solitarie del Colorado che il cantante tanto amava. Goodbye Again è una delle più popolari tra le sue ballate. L’album raggiunse la quarta posizione nella classifica USA nel 1973, riuscendo a ottenere anche un disco di platino. Ma la ridotta presenza nella classifica country, dove raggiunse a stento la 40° posizione, dimostra come fosse difficile per Denver risultare interessante sia per gli appassionati di musica country sia per quelli di pop, che a volte sembravano svilire la sua totale sincerità.